VITA DI COMUNITÀ

 

Torna all’inizio

Orario Giornaliero
6.30 Sveglia
7.00 Tempo per la preghiera
8.30 Colazione
8.55 Scuola: primo periodo
10.35 Intervallo
10.50 Scuola: secondo periodo
12.45 Pranzo
13.30 Tempo per le attività ricreative e culturali
15.30 Tempo per lo studio
19.00 Tempo per la preghiera e per gli incontri formativi
20.00 Cena
Dopo cena Tempo per i servizi comunitari e per i gruppi di animazione, di interesse e di diocesi
21.00 / 23.00 Tempo per Adorazione Eucaristica personale
23.00 Silenzio

 

 

Quotidianamente – Recita del Rosario personale
Settimanalmente – Meditazione e istruzione col direttore spirituale.

– Adorazione Eucaristica comunitaria al giovedì sera

– Incontri formativi con l’educatore
Ogni mese – Ritiro spirituale con adorazione eucaristica notturna
Periodicamente – Assemblea comunitaria col Rettore
– Incontri comunitari di verifica
– Laboratori di maturazione umana con lo psicologo
– Laboratori di pastorale

Torna all’inizio

Struttura e ritmi settimanali del Biennio di discernimento
                              

DOMENICA – Giorno del Signore

Il giorno del Signore è il cuore della settimana. Siamo chiamati a vivere il mistero della Pasqua di Cristo insieme alle comunità di tirocinio pastorale. Come i discepoli, pieni di gioia nel cuore (cfr Lc 10,17), torniamo in comunità per celebrare insieme i Vespri; insieme innalziamo al Signore la lode per le esperienze, i doni e i volti incontrati nelle comunità che ci accolgono.

LUNEDI’ – Giornata di formazione umana

Insieme all’educatore, dedichiamo questa giornata, nel lavoro personale e di gruppo, a coltivare quelle qualità umane necessarie a costruire personalità mature, equilibrate, forti, libere e capaci di impegnarsi, in prospettiva del ministero presbiterale, ad assumersi responsabilità pastorali. Il nostro cammino di crescita, allora, si qualifica nell’educazione all’amore per la verità, alla lealtà, al rispetto dell’altro, alla giustizia, alla fedeltà alla parola data, alla compassione, alla coerenza e all’equilibrio di giudizio e di comportamento (cfr PDV 43). È il tempo in cui siamo chiamati a costruire l’uomo maturo, vero e imprescindibile fondamento del futuro presbitero.

Al mattino, nei singoli gruppi, viviamo la celebrazione delle Lodi e della s. Messa; la sera ci ritroviamo per l’incontro formativo con l’educatore. Dopo cena la Schola Cantorum si incontra per le prove.

MARTEDI’ e MERCOLEDI’ – Giornata di formazione spirituale

La meditazione e l’istruzione del direttore spirituale ci introducono progressivamente ad un incontro sempre più intimo con Dio nella preghiera; in questa giornata siamo chiamati, in particolare, a fare nostri i fondamenti di una sana vita spirituale in modo da strutturare in noi i significati e le connotazioni specifiche dell’identità del presbitero e del suo ministero (cfr PDV 45).

Al mattino, dopo la celebrazione delle Lodi e della s. Messa, il direttore spirituale introduce la meditazione, mentre la sera detta l’istruzione. Il dopocena è tempo per incontri dei gruppi di interesse e di animazione, per incontri di corso o di diocesi.

GIOVEDI’ – Giornata di comunità

Il cammino formativo, normalmente strutturato in gruppi, vive in questo giorno un respiro particolarmente comunitario, facendo esperienza di preghiera insieme. Ci riscopriamo come una comunità educativa in cammino (cfr PDV 61), pur nella specificità degli obiettivi dei singoli corsi.

La comunità si ritrova tutta insieme, al mattino, per la celebrazione delle Lodi, seguita dalla meditazione personale, la sera per la celebrazione della s. Messa, cui seguono l’adorazione eucaristica e la compieta.

VENERDI – Giornata della Parola

Solo alla luce e nella forza della Parola di Dio possiamo scoprire, comprendere, amare e seguire la nostra vocazione e compiere la nostra missione (cfr PDV 46). A partire da questa certezza, dedichiamo questa giornata in modo particolare alla preghiera e alla meditazione della Parola di Dio.

Le Lodi, la meditazione personale e la celebrazione eucaristica mattutine sono arricchite dalla liturgia della Parola che la sera l’educatore guida. Dopo cena, tempo dedicato alla Schola Cantorum.

SABATO – Giornata di formazione umana e spirituale

All’approfondimento della maturità umana e affettiva, necessaria per un candidato al presbiterato (cfr PDV 44), sono affidati i laboratori con lo psicologo che si tengono al mattino, dopo le Lodi, la meditazione personale e la celebrazione eucaristica.

Nel pomeriggio, cominciamo a sperimentare gradualmente l’attività pastorale (cfr PDV 58), attraverso l’inserimento nelle parrocchie o in esperienze di servizio.

 

 

 

Torna all’inizio

Struttura e ritmi Settimanali del triennio ministeriale

 

DOMENICA – Giorno del Signore

Senza la domenica non possiamo vivere! Questa espressione dei martiri di Abitene dice quanto la celebrazione della Pasqua settimanale e l’Eucaristia siano il centro della vita di ogni cristiano, e dunque anche per noi in cammino verso il presbiterato.

La celebrazione eucaristica è vissuta nelle parrocchie o nelle realtà di servizio di tirocinio pastorale, con le quali siamo chiamati a offrire insieme a Cristo tutto noi stessi, le gioie e le fatiche del vivere quotidiano (cfr PDV 26). La sera rientriamo in seminario per la celebrazione comunitaria dei Vespri; insieme innalziamo il canto di lode per rendere grazie di ciò che nel medesimo giorno ci è stato donato o con rettitudine abbiamo compiuto (San Basilio Magno).

LUNEDI’ – Giornata della Parola

Pregare la Parola di Dio è per noi e per la nostra crescita un’esigenza primaria (cfr PDV 47), ecco perché condividiamo nel gruppo questa esperienza di incontro personale con il Verbo che diventa impegno di vita personale e comunitario.

Al mattino, nei gruppi, preghiamo con le Lodi, seguite dalla meditazione personale e dalla celebrazione eucaristica. La sera, la preghiera dei Vespri è arricchita dalla collatio sulla Parola di Dio della domenica, pregata e meditata dal venerdì precedente. Dopo cena la Schola Cantorum si ritrova per le prove.

MARTEDI’ e MERCOLEDI’- Giornata di formazione spirituale

Questa giornata è guidata nei gruppi dal direttore spirituale che, attraverso la meditazione e l’istruzione, introduce ognuno di noi a vivere la propria esistenza come comunione profonda con Gesù Cristo, buon Pastore (cfr PDV 45). Siamo accompagnati, così, a compiere una sintesi tra fede, rito e vita per vivere in armonia la nostra vocazione battesimale e alla vita ministeriale.

Il direttore spirituale, dopo la celebrazione delle Lodi e della s. Messa, guida la meditazione, mentre la sera propone l’istruzione. Dopo cena il tempo è dedicato agli incontri di corso, di diocesi, dei gruppi di interesse e animazione.

GIOVEDI’ – Giornata di comunità

La comunità vive in questo giorno tutti i momenti di preghiera in comune. Riscopriamo che il seminario non è solo il luogo dove abitiamo o studiamo, ma una comunità ecclesiale radunata attorno a Gesù (cfr PDV 60).

Come i Dodici, chiamati a stare con lui (cfr Mc 3,14), celebriamo insieme le Lodi, seguite dalla meditazione personale; la sera,  la celebrazione della s. Messa è prolungata dall’adorazione eucaristica; chiudiamo la giornata celebrando comunitariamente la compieta.

VENERDI’ – Giornata della Parola

Elemento essenziale della formazione spirituale è la lettura meditata e orante della Parola di Dio (lectio divina)‚ l’ascolto umile e pieno di amore di Colui che parla (PDV 47).

La lettura meditata e orante della Parola di Dio diventa per noi giovani in cammino un elemento essenziale della formazione spirituale; alla scuola della Parola siamo introdotti all’ascolto umile e pieno di amore di Colui che parla (cfr PDV 47).

Al mattino, nei singoli gruppi recitiamo le Lodi, seguite dalla meditazione personale e dalla celebrazione eucaristica; la sera, l’educatore guida la lectio divina sulla Parola di Dio della liturgia nella domenica successiva. Dopo cena, tempo dedicato alle prove della Schola Cantorum.

SABATO – Giornata di formazione spirituale

Il cammino formativo del triennio ha un chiaro orientamento ministeriale; nella mattinata di questo giorno, seguiamo laboratori che ci introducono più in profondità nei servizi specificamente pastorali. (cfr PDV 58)

La giornata è scandita dalla celebrazione delle Lodi, seguite dalla meditazione personale, e della s. Messa. I laboratori sono svolti nella mattinata, mentre nel pomeriggio ci inseriamo nel cammino di alcune parrocchie o di altre realtà di servizio per l’iniziazione alla vita pastorale.

 

 

Torna all’inizio